Rinnovabili: oltre un milione e mezzo di nuovi posti di lavoro!

Secondo i dati resi disponibili dal più recente rapporto di EUobserv’ER, l’agenzia di monitoraggio europea per le fonti rinnovabili, le rinnovabili in Europa avevano raggiunto il 32,1 % della produzione energetica totale in Europa, producendo 1.510.000 posti di lavoro, ossia 70.000 posti di lavoro in più rispetto all’anno precedente. Il giro d’affari delle rinnovabili per lo stesso periodo nell’Europa a 28 ha raggiunto i 158.9 miliardi di euro (4,2 miliardi in più dell’anno precedente). Questo ha permesso di evitare l’emissione di 351 milioni di tonnellate equivalenti di petrolio e la spesa di 110 miliardi di euro in combustibili fossili.


Con il superamento della soglia di 1 000 TWh, quasi un TWh su tre nell’UE a 28 proviene da fonti rinnovabili. Per contro, lo sviluppo del riscaldamento e raffrescamento rinnovabile è fermo al 19,7% (+0,2 punti rispetto al 2017).
L’occupazione legata alle energie rinnovabili, come abbiamo visto, cresce fino a 1,51 milioni di posti di lavoro a tempo pieno
Sulla base della metodologia sviluppata da EurObserv’ER, si rileva che nel 2018 nel settore delle energie rinnovabili dell’Unione europea erano impiegate, direttamente o indirettamente, circa 1,51 milioni di persone. Ciò rappresenta una crescita lorda del +4,6% dai livelli del 2017.

EurObserv’ER ha riscontrato che 20 Stati membri su 28 hanno aumentato o mantenuto il loro numero di posti di lavoro nelle ER.
Il corrispondente fatturato negli Stati membri dell’UE-28 ha avuto una crescita lorda di +2,7%.

Per maggiori informazioni accedere a questo link:

https://www.eurobserv-er.org/19th-annual-overview-barometer/


questo è il relativo comunicato stampa