Green Tour alla ricerca dell’aria pura e del silenzio

Coordinatore:

Alessandro Marescotti

Il Tavolo si occupa di raccogliere e denunciare attraverso  un viaggio di  cercare i posti più belli da visitare e fotografare. Tramite il viaggio ed attraverso  un rivoluzionario strumento di misurazione della qualità dell’aria verranno certificati i punti “green”, ossia le oasi della Regione dove si può respirare a pieni polmoni senza paura.

L’idea è di passare  in rassegna i centri storici e le bellezze paesaggistiche del nostro terrioorio attraverso  un viaggio senza precedenti il cui obiettivo sarà quello di verificare i livelli più bassi di inquinamento . E’ un approccio insolito ma rivoluzionari che permette di far emergere le di qualità da tutelare e difendere del nostro paese


Sarà misurato un altro parametro: il rumore. Le oasi della bellezza, della qualità dell’aria e del silenzio, dunque. I tesori nascosti di una nuova economia che vale molto più dell’acciaio sporco o del carbone. E’ l’economia della bellezza che nessuno potrà produrre perché è frutto di secoli di storia, ed è unica e irripetibile.

E se questo è il sogno che ci può guidare facciamolo diventare qualità effettiva, certifichiamolo, facciamolo emergere come eccellenza ambientale con tanto di misurazione della qualità dell’aria.


Il Green Tour ha lo scopo di promuovere le buone pratiche ambientali, prima fra tutte l’individuazione di “oasi” di benessere caratterizzate da aria che abbia standard di qualità eccellenti. Il tour punta a valorizzare i cosiddetti “comuni virtuosi”.

Il progetto prevede un efficiente sistema di raccolta, elaborazione, diffusione e georeferenziazione dei dati ambientali sulla qualità dell’aria. Tutto sul computer portatile, tutto online in tempo reale sulle mappe digitali consultabili via Internet, facendo convivere i dati in nanogrammi con foto e video, costruendo le green maps che mettano assieme la bellezza del paesaggio e la qualità dell’aria.

Obiettivi del monitoraggio

L’obiettivo è quello della misurazione della concentrazione degli IPA (idrocarburi policiclici aromatici) che sono cancerogeni e genotossici. Scrive il chimico ambientale Federico Valerio: “La quantità di Idrocarburi Policicicli Aromatici (IPA) immessi nell’atmosfera del nostro Paese sono in continua crescita, con un’impennata cominciata nei primi anni del 2000. Nel 2010 si è registrata un aumento del 50%, rispetto ai valori stimati nel 1990. In quantità assoluta gli IPA prodotti annualmente sono passati da 98,8 tonnellate nel 1990 a 152,6 tonnellate nel 2010”. All’interno degli IPA è presente il benzo(a)pirene che è particolarmente cancerogeno.

Altro obiettivo è quello della promozione  attraverso l’inividuazione di siti ad “inquinamento zero”.

Il monitoraggio in real time sarà effettuato con un analizzatore portatile Ecochem Pas 2200 CE, l’ultimo modello nel campo delle tecnologie smart per controllare l’aria in tempo reale.

Euthink lo ha acquistato per misurare l’inquinamento con una tecnologia “senza fili”, superando la limitazione delle centraline fisse che necessitano dell’alimentazione dell’elettricità.

L’analizzatore potrà essere portato anche in luoghi isolatissimi, dato che è alimentato da batterie. Si potranno mappare i centri storici per verificare la qualità dell’aria. Questo tour servirà ad avviare un progetto per verificare, quantificare e valutare i benefici delle buone pratiche ambientali, quali ad esempio quella di svuotare i centri storici dalle auto e di restituirli alla fruizione della popolazione e dei turisti.


Al tour si collega anche la possibilità di misurare l’inquinamento acustico. Si vuole in tal modo individuare una mappa delle zone benessere nei territori, utilizzando tecnologie digitali smart.

Il tour, attraverso la diffusione dei dati ambientali raccolti, è un momento non solo di raccolta dei dati ma anche di acquisizione di consapevolezza ambientale.

Chi saranno i protagonisti del Green Tour? I cittadini, le associazioni, i media, i comuni virtuosi. Il tour conta sull’alleanza con i giornali, le radio, le TV locali, i siti web e i blogger ambientali. Il tour conta inoltre sull’alleanza con associazioni e comuni virtuosi.


Chi ha promosso e dove si è svolto il primo Green Tour

E’ stato promosso da PeaceLink e dal Cetri (Cercle Européen pour la Troisième Révolution Industrielle), con il supporto di Banca Etica e della cooperativa EuThink, una start-up che ha effettuato le misurazioni con la propria strumentazione di monitoraggio collocando in dati in forma georeferenziata sulle mappe satellitari.

Il primo Green Tour si è svolto in Puglia, dove il braccio tecnico-operativo del Green Tour “Euthink” , una cooperativa è poartita  dalla Puglia per estendere ad altre regioni d’Italia questa proposta che associa all’estro della fotografia il rigore dei dati. Per chi vuole aderire al Green Tour, il contatto è info@euthink.it

Euthink è una startup nata dalla volontà di un gruppo di persone che ha maturato competenze ed esperienze in materia di empowerment sociale e di citizen science.

__

DA SCARICARE

GUIDA INFORMATIVA

STRATEGIA ZERO IPA

PROPOSTA ALL’ASSOCIAZIONE COMUNI VIRTUOSI

__

ARTICOLI CORRELATI

Green Tour resoconto COnferenza Stampa, Taranto 25 febbraio 2015

Green Tour per la Puglia alla ricerca dell’aria pura e del silenzio

__

SERVIZI STAMPA

Puglia dal 20 al 24 Febbraio 2015

Taranto 25 Febbraio 2015 Rassegna stampa su prima fase GREEN TOUR PUGLIA CONCLUSA

__

ARTICOLI GIORNALI

Quotidino Taranto  26 02 2015

Giornale di Taranto 26 02 2015