Salute e turismo, Scanno (L’Aquila) ospita la terza edizione della Festa del Respiro con i 25 Borghi Italiani iscritti all’Associazione

Si è svolta a Scanno (L’Aquila), a ridosso del territorio del Parco Nazionale d’Abruzzo Lazio e Molise, la Festa del Respiro, la cui organizzazione nella III edizione è stata curata dalla Associazione Italiana Pazienti BPCO Onlus, cofondatrice dell’Associazione nazionale BORGHI DEL RESPIRO, con il patrocinio di AIPO-ITS, del Parco Nazionale d’Abruzzo Lazio e Molise e grazie al contributo non condizionante di VitalAire – BCC Credito Cooperativo – Boeringer Ingelheim.

Momento celebrativo a Scanno (L’Aquila) dell’Assemblea finale dei Sindaci dei Borghi del Respiro presso la Chiesa di S. Antonio

L’Associazione Nazionale Borghi del Respiro si costituisce il 20 maggio 2020 a Perugia, dallo sviluppo di un’idea dello pneumologo aquilano Vincenzo Colorizio, già Direttore della Unità Complessa “Centro Prevenzione Malattie Respiratorie”, maturata fin dal 1995 con le annuali Giornate del Respiro e consolidata nel 2000 con la nomina da parte dell’AIPO di “L’Aquila Cittadella nazionale del respiro»; l’idea fu condivisa con lo Pneumologo Dott. Salvatore D’Antonio, originario di Scanno, Presidente dell’Associazione Italiana Pazienti BPCO onlus, e, tramite la dott.ssa Francesca Marinangeli, ricercatrice del CREA, con l’Avv. Luciano Morini, che diede l’avvio da Assessore al Comune di Nocera Umbra nel 2015 ad un primo progetto pilota Oasi del respiro in collaborazione con l’Università di Perugia e l’Associazione Malattie Respiratorie AMAR. Un progetto che ha portato nel 2016 della sottoscrizione da 8 associazioni pazienti della prima Carta di Nocera Umbra, Carta dei diritti del malato respiratorio, coordinata dallo pneumologo Marco Dottorini, già responsabile del Centro di Prevenzione tisiopneumologica della ASL Umbria1. Questo insieme progettuale è confluito quindi nel 2020 nell’attuale Associazione Borghi del respiro, cui è collegato un Regolamento di marchio per i comuni dotati di determinate stringenti caratteristiche di bontà dell’aria, e dimostranti un impegno amministrativo a mantenerla e migliorarla con azioni concrete nel proprio territorio.

Obiettivo è valorizzare la vivibilità di borghi storici di elevato interesse naturalistico, specialmente montani, di buona qualità dell’aria (ai sensi del D. Lgs. 155/2010), nei principi del turismo responsabile e sociale, per la tutela della salute respiratoria. Le qualità ambientali sono supervisionate
dal Comitato scientifico, coordinato dal Crea, con esperti di 5 Enti nazionali di rilievo per la qualità dell’aria e monitoraggio, natura, salute respiratoria, formazione pneumologica e turismo sociale. Fare rete è un concetto base che lega le Amministrazioni che sottoscrivono il PATTO DEL RESPIRO al
fine di creare sinergie di sviluppo sostenibile. L’Associazione si pone lo specifico e principale intento di promuovere una visione integrale della salute umana, dal punto di vista fisico, psichico e spirituale, sensibilizzando la popolazione ai sani stili di vita e rendendo disponibili, sul territorio di maggior valore naturalistico, luoghi non inquinati nei quali realizzare attività fisica adattata, ricreativa, socio-culturale e spirituale all’aria aperta.
Promuove la protezione della natura, il consumo di suolo zero, la valorizzazione delle risorse naturali.
Sono cinque settori cardine su cui si muove, rappresentati ciascuno, nel Comitato scientifico, da 5 Enti nazionali: CREA, Consiglio per la Ricerca in Agricoltura, Centro di Ricerca politiche e Bio-economia, coordinatore delle biopolitiche e dell’ambito protezione della natura; Associazione Italiana
Pneumologi Ospedalieri AIPO-ITS per la prevenzione della salute respiratoria e sani stili di vita; ISTO, Organizzazione Internazionale per il turismo sostenibile, con UNPLI turismo sociale e sostenibile; ISPRA, Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale per il settore ambiente e monitoraggio della qualità dell’aria; Associazione Pazienti BPCO onlus per la formazione ed informazione al pubblico. Eticamente l’Associazione promuove in collaborazione con gli enti locali, lo sviluppo di attività sostenibili per le risorse naturali, contro lo spopolamento delle aree montane.

La terza FESTA DEL RESPIRO, ospitata dal Comune di Scanno, è stata nuovamente e ancor più vivacemente l’occasione per proclamare le candidature approvate, proporre l’iscrizione di nuovi borghi con l’intenzione di attivare azioni specifiche di sensibilizzazione in diversi ambiti: contro la dipendenza da tabacco, il fumo all’aperto nelle aree sensibili, a favore della promozione di limitazioni al traffico nei periodi di maggior afflusso turistico e della promozione di fioriture idonee alla salute
respiratoria nei borghi, della vivibilità e sviluppo di nuovi lavori nell’ambito dei progetti Green.
L’associazione ha sottolineato inoltre l’esigenza di far partecipare i Borghi a Fiere Nazionali del turismo sostenibile, di promuovere lo sviluppo di ospitalità per soggetti sensibili ad allergeni animali e anche di monitoraggi dell’aria e dei pollini per la difesa di soggetti sensibili oltre l’attuazione di
progetti didattici e alternanza scuola-lavoro, progetti editoriali, di raccolta fondi e ricerca sponsor oltre alla redazione di progetti in rete tra i Borghi o anche la promozione delle foreste e delle piantumazioni di verde ipoallergenico. Ampio il ventaglio della produzione scientifica e della promozione di convegnistica in ambito pneumologico da parte delle componenti dell’Associazione.

La manifestazione di Scanno si è aperta con l’inaugurazione di un simbolico tratto di “Il bosco del respiro”, realizzato dal Comune di Scanno e ha visto la consegna del Premio per l’ambiente del Movimento Azzurro, oltre al riconoscimento formale dell’ideatore del progetto, lo storico pneumologo
aquilano Dott.Vincenzo Colorizio. Diversi gli interventi e i momenti delle due giornate del 21 e 22 maggio che si sono aperte con una lettura magistrale del Dott. Vincenzo Colorizio, volta a narrare la storia dell’idea e dell’Associazione, cui è seguita una ricca visita guidata del Paese di Scanno a cura del dr Pasquale Caranfa. Domenica 22, in centro storico a Scanno i saluti istituzionali del Presidente Luciano Morini, del sindaco di Scanno Giovanni Mastrogiovanni, del Presidente del Parco Sirente-Velino Francesco D’Amore, e del giornalista Dante Fasciolo di Movimento Azzurro. Ha moderato i lavori il Consigliere Massimo Alesii.

Momento centrale la Proclamazione dei nuovi quattro Borghi del Respiro, due della provincia dell’Aquila e due di nuove Regioni Italiane, la Toscana e il Molise: Canistro (Aq), Fagnano Alto (Aq), Filignano (IS), San Marcello Piteglio (PT) che sono stati rappresentati dai Sindaci Gianmaria Vitale,
Francesco D’Amore (Presidente del Parco Naturale Regionale Sirente-Velino), Federica Cocozza, Luca Marmo.
La presentazione dei nuovi Borghi aderenti all’Associazione, approvati a giudizio del Comitato Scientifico è stata curata dalla dott.ssa Francesca Marinangeli del CREA, Centro Politiche e Bio-economia, coordinatrice del Comitato.
Alla manifestazione hanno partecipato anche i rappresentanti di alcuni del Borghi del Respiro già iscritti all’Associazione, fra i quali il Sindaco di Lucoli Valter Chiappini, il Sinadco di Fagnano Alto Francesco D’Amore, Presidente del Parco Naturale Regionale Sirente-Velino, l’Assessore Mario Rotellli
di Rocca di Mezzo, il Sindaco di Secinaro Noemi Silveri, l’Assessore Oriana di Girolamo di Rocca di Cambio, il sindaco di Canistro Gianmaria Vitale, il Sindaco di Sante Marie Lorenzo Berardinetti, il Sindaco di Tione degli Abruzzi Stefania Mariani, il sinadco di Filignano Federica Cocozza, e il Sig.
Angelo Sarra in rappresentanza del Comune di Civitaretenga-Navelli oltre ovviamente al Sindaco di Scanno Giovanni Mastrogiovanni.
Ad oggi dunque la rete dei Borghi del Respiro si snoda in Italia in 25 località in 6 regioni che sono San Marcello Piteglio (PT), Bagno di Romagna (FC), Cascia (PG), Nocera Umbra (PG), Passignano sul Trasimeno (PG), Sigillo (PG), Otricoli (e Poggio) (TR), Amtarice (RI), Cittareale (RI), Leonessa (RI), Scanno (AQ) Marano dei Marsi (AQ), Paganico Sabino (RI), Sante Marie (AQ), Lucoli (AQ), Rocca di Cambio (AQ), Rocca di Mezzo (AQ), Fagnano Alto (AQ), Fontecchio (AQ), Secinaro (AQ) Tione degli Abruzzi (AQ), Villa Sant’Angelo (AQ), Civitaretenga (AQ), Canistro (AQ), Filignano (IS).

Tutte le informazioni per aderire all’Associazione BORGHI DEL RESPIRO sono su www.borghidelrespiro.it