Jeremy Rifkin su Bloomberg: “Sgomento per le strategie energetiche di Joe Biden!”

Jeremy Rifkin intervistato da Bloomberg si dichiara sgomento per la mancanza di visione del piano per le nuove infrastrutture energetiche di Joe Biden in America. “Di questo passo l’Europa ci surclasserà e perfino la Cina” dichiara nel corso dell’intervista.

Rifkin ha incontrato più volte il presidente del gruppo di maggioranza al Senato Chuck Schumer per parlarne, sia in incontri formali che a cena per convincere i parlamentari democratici a sostenere una coraggiosa e visionaria reinvenzione di tutta l’infrastruttura Americana.

Successivamente, in collaborazione con l’azienda Black & Veatch e il gruppo di architetti di Chicago Adrian Smith + Gordon Gill, Rifkin ha scritto per il Senatore Schumer un promemoria di 242 pagine, con interventi per i prossimi 20 anni del valore di 16.000 miliardi di $ funzionali ad una strategia per fare ripartire l’economia americana su basi avanzate recuperando produttività e competitività tramite il rispetto di criteri ambientali ed obiettivi climatici.

Alcune proposte, come quella della cablaggio di reti ad alta capacità nelle esistenti infrastrutture stradali e ferroviarie, hanno perfino fatto capolino nel piano occupazionale del Presidente americano Biden, presentato a marzo scorso, anche se la fonte dell’idea non viene citata.

Rifkin sostiene la necessità di soluzioni radicali nell’infrastruttura per combattere il cambiamento climatico, e questo viene riconosciuto dallo stesso Schumer in un rapporto finora tenuto segreto ma che è adesso accessibile qui.

Ma Rifkin non è molto ottimista, perché teme che la proposta venga bloccata da un congresso sempre più polarizzato su posizioni opposte e inconciliabili dove non sembra spuntare alcuna ragionevole mediazione.

L’intera intervista è consultabile a questo indirizzo:

https://www.bloomberg.com/news/articles/2021-07-29/biden-infrastructure-news-jeremy-rifkin-disappointed-in-u-s-plan