Legge di iniziativa popolare per la transizione energetica depositata in Cassazione.

Parte da oggi la corsa semestrale prevista dall’articolo 71 della Costituzione per la proposta di legge di iniziativa popolare per la transizione energetica e l’idrogeno verde. il testo che è stato depositato in Cassazione da un gruppo qualificato di cittadini comprendente avvocati, imprenditori, medici, professori universitari e comunicatori, è stato elaborato dal professor Nicola Conenna Presidente della fondazione Università dell’idrogeno.

La Proposta di Legge risponde all’appello alla società civile di tutto il mondo del Segretario delle Nazioni Unite Antonio Guterres affinché non si superino 1,5 °C di aumento della temperatura media del Pianeta, rispetto ai livelli preindustriali. Gli impegni governativi attuali, rispetto al taglio delle emissioni, porterebbero a un disastroso aumento di oltre 3° C. Occorre agire ora, invertire la tendenza all’aumento a partire dal 2020, per azzerare le emissioni climalteranti entro il 2050.

La Proposta di Legge per l’Italia prende a modello la “Legge per la Transizione energetica e la crescita verde” approvata in Francia nell’agosto 2015 e che ha aperto la strada all’Accordo di Parigi, attualmente ratificato da 184 nazioni, compresa l’Italia, su 197 aderenti alla Convenzione UNFCCC delle Nazioni Unite;

la Legge approvata dalla California nel settembre scorso;

la Direttiva RED II dell’Unione Europea che ha appena completato il suo iter;

il Piano Idrogeno dello Stato francese del giugno scorso;

l’Hydrogen Iniziative sottoscritta a novembre a Linz dai ministri dell’Energia dell’Unione Europea;

il documento analogo internazionale di Tokyo immediatamente successivo;

la Direttiva DAFI sui carburanti alternativi, tutti documenti approvati o sottoscritti dall’Italia.

La Proposta di Legge propone (a differenza della famigerata SEN-Strategia Eneregtica Nazionale) per la prima volta un nuovo modello energetico, basato sulla Transizione dai fossili alle rinnovabili, sull’energy storage mediante vettore idrogeno, (utilizzato a fini industriali, di mobilità, per l’edilizia), sui trasporti a zero emissioni.

La presentazione della Proposta di Legge avviene subito dopo la Conferenza COP 24 delle Nazioni Unite di Katowice in Polonia conclusasi il 15.12.2018, e immediatamente dopo la presentazione della Proposta di Piano Nazionale Integrato per l’Energia e il Clima del 31.12.2018.

Il CETRI-TIRES sarà in prima fila per la campagna di raccolta firme al fianco dell’ANCI e della Fondazione H2U.