La TRI con gli studenti del liceo scientifico Vitruvio di Avezzano

“The Third Industrial Revolution: a radical New Sharing Economy”

Pubblicato il marzo 12, 2019 da redazionesettimanascientifica

Continuano le proiezioni del film “La Terza Rivoluzione Industriale – Una sharng economy radicalmente nuova, di e con Jeremy Rifkin diretto da Eddy Moretti.

Questa volta ad aprire le danze al Castello Orsini di Avezzano davanti a duecento studenti entusiasti e attentissimi del Liceo Vitruvio, è l’ingegnere Giovanni De Cristofaro per la seconda giornata della settimana scientifica, in cui è stata affrontata la tematica strettamente attuale della la terza rivoluzione industriale.

L’iniziativa è stato ungrande successo e si iscrive nel quadro delle iniziative della Settimana della Cultura Scientifica e Tecnologica
L’ingegnere Giovanni De Cristofaro è coordinatore regionale del
CETRI-TIRES, Circolo Europeo per la Terza Rivoluzione Industriale e centro studi dedicato alle problematiche delal transizione dalla seconda alla Terza Rivoluzione Idnustriale secondo la narrazione e la visione del prof. Jeremy Rifkin.
Tutti conosciamo e studiamo le prime due rivoluzioni industriali, quella della macchina a vapore e del carbone e quella del petrolio e della comunicazione, ma in pochi conoscono la Terza RivoluzionenIndustriale che invece rappresenta una importante tappa storica, che caratterizza il secolo in cui viviamo.
La terza rivoluzione industriale come è stata a descritta e prevista da Jeremy Rifkin, (che è un esperto in economia, sociologia e sostenibilità ambientale), con questo docu-film proposto agli alunni dall’ing. Giovanni De Cristofaro, diventa accessibile anche agli studenti oltre che agli studiosi, perchè il film pone l’attenzione sulla grande crisi in atto e gli strumenti con cui essa può essere affrontata.
Rifkin si pone inoltre l’obiettivo di conciliare i cambiamenti tecnologici con un minor impatto ambientale, per trarre vantaggi economici, ma anche ecologici.
La Terza Rivoluzione Industriale è anche l’emergere della sharing economy, che porta a una società post-carbon e all’avvento di un’era eco-sostenibile che comporta vantaggi ecologici ma anche sociali ed economici perchè permette la più ampia redistribuzione delal ricchezza e abbassa la soglia di accesso alle addività energetiche per tutti i cittadini (ragione per cui Rifkin parla di “power to the people” parafrasando John Lennon).
Il cambiamento, quindi, abbraccia tutti i campi, da quello tecnologico, economico e ambientale, a quello sociale.
È sulla scia delle idee di Rifkin, che De Cristofaro invita i “millenials” a partecipare attivamente ad iiniziative che portino ad una realizzazione di questa rivoluzione volta a preservare e avere cura del nostro ecosistema.
Sicuramente la spettacolare location della sala multimediale interna al Castello Orsini di Avezzano ha creato la giusta atmosfera con un forte connubio tra la storia del passato e le prospettive green del futuro di centinaia di studenti, in occasione della 15° edizione della “Settimana della Cultura Scientifica e Tecnologica”, organizzata in modo esemplare dal corpo docente e da tutti i collaboratori scolastici Liceo Vitruvio di Avezzano.
La scaletta dell’evento è stata così articolata: presentazione dei pilastri delle teorie di Jeremy Rifkin; proiezione del suo docufilm e dibattito con gli studenti sulle prospettive professionali che la Terza Rivoluzione Industriale offre loro.
Dopo la proiezione del film l’ing. De Cristofaro ha illustrato con alcune slides con approfondimenti specifici mettendo in risalto due importanti questioni: da una parte far emergere le problematiche
legate ai cambiamenti climatici e dall’altra le opportunità che possono scaturire, con tutti i dettagli
degli 8 pilastri del prof. Rifkin, rimarcando che per ognuno di essi può nascere un loro stimolo per intraprendere attività future.



A conclusione dell’evento ha lanciato dal palco tre suggerimenti molto graditi dagli studenti e soprattutto dal corpo docente con i professori presenti, instancabili organizzatori e promotori del programma della settimana scientifica, Patrizia Di Giulio, Giuseppina Ruggeri, Tiziana Scenna, Domenica Ranalli e Delia D’Angelo:

  • Sviluppare una tesina ad ogni studente relativamente alla casa dove abitano (rilevando i consumi elettrici e termici) e ipotizzare le fonti rinnovabili da poter usufruire per annullare i costi e quindi le emissione di CO2; analoghe valutazioni per i loro mezzi di trasporti e l’alimentazione.
  • Aderire al movimento “Fridays For Future” di Greta Thunberg e in particolare partecipare allo “Sciopero Mondiale per il Futuro” indetto per venerdì prossimo 15 marzo, ma a condizione che ogni studente al ritorno in classe, elencasse ai professori almeno 5 buone pratiche (virtuose) da inserire nel proprio stile di vita per la salvaguardia del pianeta.
  • Invito agli istituti cittadini a partecipare all’evento nazionale “Pensa in Verde” in programma mercoledì 27 marzo a Firenze in occasione di MEF 2019, per visitare gratuitamente le 7 aree espositive tematiche: Automazione, Termoidraulica, Impianti Speciali, Attrezzature, Risparmio Energetico, Illuminazione e Elettrotecnica.
    Alla fine dell’incontro, davanti al suggestivo Castello Orsini, il coordinatore regionale CETRI-TIRES ing. Giovanni De Cristofaro ha consegnato ai docenti, circondati dagli studenti, gli Attestati di
    Merito per l’impegno profuso nella promozione delle attività di green educational nel loro istituto, per la crescita di nuove generazioni sempre più consapevoli della terza rivoluzione industriale in
    atto con una nuova radicale economia della condivisione, e vivi
  • apprezzamenti da Bruxelles e Roma del presidente Angelo Consoli e del coordinatore nazionale Antonio Rancati.




Fonte redazione Blog della Settimana Scientifica con testi di Floriana Rossi e Valentina Di Giammatteo – Avezzano (AQ) – 12 MARZO 2019
https://settimanascientifica.wordpress.com/2019/03/12/the-third-industrial-revolution-a-radical-
new-sharing-economy/

Per maggiori informazioni: https://settimanascientifica.wordpress.com/2019/03/12/the-third-industrial-revolution-a-radical-new-sharing-economy/