Cavalieri di Leonardo: la famiglia cresce!

Si è tenuta a Vinci la seconda cerimonia ufficiale per il conferimento della onorificienza di Cavaliere di Leonardo da Vinci. Sono stati nominati venticinque nuovi cavalieri, quattro di loro su proposta del Presidente del CETRI che era stato insignito di questo prestigioso Cavalierato nella edizione dello scorso anno.

Si tratta di Antonio Rancati, Simone Aaron Efrati, Olimpia Troili e Laura Margottini.

Rancati, Efrati, Troili, e Margottini

Antonio Rancati, coordinatore nazionale delle attività educational del CETRI è stato nominato Cavaliere di Leonardo per aver contribuito nel corso degli anni a portare la Terza Rivoluzione Industriale a conoscenza di migliaia di studenti “millennials” contribuendo a farla entrare nel loro senso comune, con centinaia di iniziative nelle scuole di ogni ordine e grado.

Antonio Rancati e il Sindaco Torchia di Vinci
Antonio Rancati riceve la scultura dei cavalli leonardeschi di Grittini

Simone Aaron Efrati, imprenditore romano, è stato insignito del cavalierato di Leonardo da Vinci per le attività svolte a favore della gioventù a rischio devianza. Nella motivazione per il suo cavalierato si legge “in tutti i giovani c’è un genio assopito in attesa di essere svegliato che può contribuire al progresso sociale tramite la musica, l’arte e lo sport anche dei soggetti più difficili. Per questo l’imprenditore romano Simone Aaron Efrati ha fondato l’agenzia “A New Life” che ha contribuito al riscatto sociale e umano di decine di giovani a rischio devianza aprendoli a una “Nuova Vita”.

Efrati

Laura Margottini, giornalista scientifica che collabora con il Fatto Quotidiano, è stata insignita del cavalierato per i meriti acquisiti sul campo con le sue numerose inchiste sul disseccamento degli ulivi impropriamente attribuito al batterio xyelella. Nella sua motivazione si legge ” perfetta interprete di un nuovo tipo di giornalismo scientifico e di inchiesta al tempo stesso, laureata in matematica e specializzata in giornalismo scientifico all’Imperial College di Londra, si é formata giornalisticamente alla BBC, e dopo aver collaborato con le maggiori riviste internazionali — come Science magazine e New Scientist — su temi quali ricerca scientifica, nuove tecnologie, privacy, ambiente, medicina e diritti umani, ha cominciato a scrivere per il Fatto Quotidiano svelando con competenza e passione, in una serie di articoli ormai famosi, la truffa pseudo scientifica della xylella in Puglia e contribuendo in modo determinante a ristabilire la verità sul disseccamento degli ulivi e a rivelare al grande pubblico l’intricato gioco di potere di centri di ricerca e lobby economiche interessati a distruggere la millenaria cultura dell’olivo per il loro tornaconto immediato”.

Olimpia Troili, poliedrica come Leonardo Da Vinci, campionessa di scherma, dottoranda (PHD) presso l’Università La Sapienza di Roma, in diventata Cavaliere di Leonardo per l’incessante attività di comunicazione sull’Europa e sulle politiche Europee. Nella motivazione dell’onorificenza si legge: “fondatrice e presidente dell’associazione “Alternativa Europea” con cui ha contribuito a mantenere alto lo spirito europeo nelle giovani generazioni richiamandole al sogno visionario di pace, prosperità, e giustizia di una Europa libera e unita, proposto da Altiero Spinelli con il Manifesto di Ventotene, in sintonia con la visione leonardesca di progresso basato sulla collaborazione e l’ingegno degli esseri umani”.

La cerimonia è avvenuta nella splendida cornice della pieve di Sant’Ansano di Vinci, alla presenza del Sindaco Salvatore Torchia, di Monsignor Bellini e di Angelo Consoli, direttore europeo di Jeremy Rifkin, e Presidente del CETRI. Era presente anche Giuliano Grittini, l’esplosivo artista milanese che ha realizzato l’opera raffigurante i cavalli leonardeschi che viene consegnata ad ogni nuovo Cavaliere di Leonardo La serata è stata organizzata, condotta e presentata dal presidente dell’Ordine cavalleresco di Leonardo da Vinci, Rinaldo Denti, coadiuvato da sua moglie Anna e da tutta la sua famiglia.

Angelo Consoli a Vinci con il sindaco Salvatore Torchia e l’artista Giuliano Grittini

Il CETRI-TIRES, è fiero di aver potuto portare il suo contributo anche quest’anno, a questa prestigiosissima iniziativa con quattro eccellenze su temi fondamentali delle politiche sociali, del mondo scientifico, dell’informazione e dell’integrazione europea.

La premiazione si svolta durante il Gran galà musicale con Concerto di musica lirica con l’ Amadeus Kammerchor e Orchestra Filarmonica Amadeus, diretto dal Maestro Gianmario Cavallaro, con il soprano Victoria Shapranova, il tenore Zizhao Guo e il basso Artan Lika, con il patrocinio del Comune di Vinci e 500° Leonardo 1519-2019.

La cerimonia ha toccato un momento molto intenso quando un commosso giovanissimo Emanuele Denti ha letto la sua poesia ispirata alla sua personale storia dopo essere guarito da una malattia da cui si pensava non sarebbe riuscito a guarire, e ha portato una parola di speranza per chi non vuole rassegnarsi al proprio destino e aspira a una guarigione fisica e morale.

Quando ormai rimane solo più l’infinito abbraccio anche la speranza sembra evaporare. Ma così non è stato e non voglio perdere la memoria del mio dolore perché essa mi ha fatto crescere una persona migliore“.

L’artista Monica Antonelli, prendendo ispirazione da questi versi, ha realizzato una splendida scultura intitolata “ForzAmore”, che per tutta questa settimana rimarrà esposta in fondo al colonnato a destra dell’altare della pieve.

La Cerimonia di creazione dei nuovi Cavalieri si è conclusa nella suggestiva veranda del Golf Club Bellosguardo, tra le splendide colline di Vinci, con panorama sulle installazioni in scala 1:1 di alcuni dei più famosi progetti del genio di Leonardo, tra cui la macchina volante, l’elicottero e il carro armato.

Vinci, 15 giugno 2019

dav