Jululu è un viaggio di Yvan Sagnet e Sestilia Pellicano ed è Vincitore del Progetto MigrArti 2017 alla 74 mostra del cinema di Venezia per per la miglior regia

 “Ricordatevi, non esiste il cibo a basso costo, se esiste è perché qualcun altro ne ha già pagato parte del prezzo”.

Vincitore del Progetto MigrArti 2017 Miglior regia di  Michele Cinque
Jululu è un viaggio musicale in un angolo di Africa nel sud Italia, nelle vaste piane coltivate a pomodoro nella provincia di Foggia. Badara Seck, musicista griot senegalese, come una guida sciamanica, attraversa questi luoghi alla ricerca di Jululu, l’anima collettiva africana, fino ad arrivare in uno dei ghetti dove si riversano i lavoratori agricoli immigrati per la stagione della raccolta.

Yvan Sagnet e Sestilia Pellicano sono i coautori del film, che è anche interpretato da Yvan.

A loro due e al regista, tutti i migliori in bocca al lupo dal CETRI e da NO CAP.

il racconto : Jululu è un viaggio musicale in un angolo di Africa nel sud Italia, nelle vaste piane coltivate a pomodoro nella provincia di Foggia. Badara Seck, musicista griot senegalese, come una guida sciamanica, attraversa questi luoghi alla ricerca di Jululu, l’anima collettiva africana, fino ad arrivare in uno dei ghetti dove si riversano i lavoratori agricoli immigrati per la stagione della raccolta. #74mostradelcinemadivenezia #migliorregia #lazy

 

Potete vedere il docu-film QUI :  http://www.rai.it/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-f967fd40-8c34-49cc-a9a5-f6203bd66e5d-cinema.html

Per maggiori informazioni: http://www.lagazzettameridionale.com/2017/09/venezia-mostra-del-cinema-yvan-sagnet.html