Il M5S: “Sospendere il prezzario del settore fotovoltaico”

Gruppo-Movimento-5-stelle-ars-m5sI deputati M5S all’ARS hanno richiesto al nuovo assessore regionale alle Infrastrutture di provvedere ad adeguare le voci del prezziario ai prezzi di mercato correnti, per evitare ulteriori sperperi di denaro pubblico da parte della Pubblica Amministrazione.
A questo proposito riportiamo di seguito l’articolo apparso su livesicilia.it il 4 giugno 2014:
I deputati del gruppo parlamentare Cinquestelle chiedono all’assessore alle Infrastrutture, Domenico Torrisi, di fermare “uno strumento che risulta nettamente fuori mercato”.

I deputati del gruppo parlamentare Cinquestelle all’Ars chiedono al nuovo assessore delle Infrastrutture e della mobilità, Domenico Torrisi, di fermare “uno strumento che risulta nettamente fuori mercato”, come dimostra uno studio del Cetri-Tires.
“Nei mesi scorsi il Cetri – afferma la deputata Angela Foti – ha condotto uno studio attraverso il quale dimostrava che i prezzi contenuti nel capitolo 24.4 (fotovoltaico) risultavano notevolmente superiori a quelli del mercato. In particolare lo studio evidenziava come per due impianti, uno da 2,76 kW e uno da 9,66 kW, il prezzo calcolato applicando i prezzi contenuti nel prezzario regionale risultava, rispettivamente, del 324% e del 389% in più, rispetto a quelli ottenuti applicando i prezzi di mercato”.
Lo studio condotto dal Cetri era diventato anche oggetto di una mozione, prima firmataria Valentina Palmeri, presentata all’Ars a gennaio scorso per impegnare il governo ad intraprendere con urgenza iniziative concrete al fine di modificare il prezzario unico regionale per quanto concerne il settore del fotovoltaico, allineandolo ai prezzi reperibili sul mercato.
“Ad una prima analisi – sostiene Valentina Palmeri – sarà chiaro per il neo assessore che questa tipologia di prodotti ha subito notevoli riduzioni di costo e che è opportuno ed urgente sospendere l’applicazione del capitolo 24.4 del prezzario vigente, nelle more dell’aggiornamento dello stesso ai sensi dell’art. 10 della LR 12/2011. Per aggiornare il prezzario, infatti, bisogna costituire una commissione e modificare la legge, il che richiede tempo”.
A questo link potete trovare lo studio CETRI-TIRES che ha svelato i sovrapprezzi sui materiali per il fotovoltaico nel prezziario regionale siciliano.