Cetri c’è nella Guerra del Fracking

 Servizio Stampa di  Riccardo Fiorani (Esperto di modelli Energetici del CETRI-TIRES):

Il 27 Giugno 2014 Convegno  su “Trattati Commerciali e Democrazia, perchè fermare il TTIP
L’incontro di oggi, ci spiega Riccardo, organizzato dall’associazione A SUD presso  l’auditorium Santa Croce a Roma, ha rotto la cortina di silenzio  intorno alle trattative segrete tra USA e UE per un accordo commerciale finalizzato a rinforzare l’alleanza atlantica per contrastare l’avanzata delle nuove potenze economiche.

Gli interventi che si sono succeduti, da Adriano Zaccagnini (5stelle) a Simona Maltese (Campagna STOP TTIP ITALIA) a Marica Di Pierri (associazione A  SUD) fino al regista argentino Pino Solanas, hanno evidenziato gli aspetti più inquietanti di questa operazione prendendo in considerazione tre punti fondamentali:

– L’estrazione di gas dagli strati profondi della crosta terrestre con la tecnica del Fracking, questa tecnica produce fratture nel mantello
terrestre mediante perforazioni in cui si immette acqua ad alta pressione. Essa comporta rischi di terremoti, inquinamento delle falde
idriche , enorme consumo di acqua, emissioni radioattive e di sostanze chimiche.

– La diffusione di prodotti agroalimentari ottenuti con tecnologie basate sulla chimica e sulla genetica che intossicano la terra, modificano la qualità degli alimenti, riducono la biodiversità, modificano il gusto ed i comportamenti alimentari delle persone provocando squilibri e malattie.

– La concertazione di scelte globali tra organi verticistici di potere che agiscono segretamente sottraendo alle masse popolari la possibilità di controllo, l’esercizio della democrazia ed anche semplicemente il diritto all’informazione.

Le conseguenze di queste manovre sono assolutamente disastrose, come ha dichiarato nel suo intervento il cineasta e senatore argentino Fernando “Pino” Solanas e mostrato in modo efficace nel suo documentario “La guerra del Fracking”

Possiamo solo sperare che l’attivismo dei movimenti di base e la  crescente sensibilità delle masse su questi temi riesca a contrastare queste operazioni subdole e con un’onda di protesta riescano a  travolgere le roccaforti del vecchio potere centralizzato ed a spazzarle via dalla Storia. 

La guerra del fracking non è soltanto metaforica …
infatti nel 2009: il governo argentino concede a compagnie petrolifere americane lo sfruttamento di giacimenti di gas non convenzionale nella provincia di Neuquen. Gli indios originari di etnia Mapuche insorgono ribellandosi all’occupazione della loro terra dalle trivelle.
La ribellione viene repressa nel sangue davanti al parlamento della provincia di Neuquen. Mentre dentro, politici locali parlano di sviluppo, occupazione e progresso grazie alle trivelle (ricorda qualcosa?!?) fuori dal palazzo le videocamere di Solanas diventano testimoni di quello che state per vedere …
 
Angelo Consoli con il grande registra Pino Solanas