Yvan Sagnet nella lista dei 100 pensatori più influenti del 2012 di Lo spazio della Politica

 
Yvan Sagnet, leader della rivolta contro la vergogna umana e lavorativa del Caporalato a Nardò nel 2011, poi attivista sindacale per la diffusione della speranza e della consapevolezza dei propri diritti per tutti i lavoratori, stranieri ed italiani, partecipando con un ruolo fondamentale al processo SABR della DDA di Lecce contro i caporali e gli imprenditori loro mandanti, è stato inserito nella lista dei 100 pensatori più influenti del 2012 dalla rivista Lo spazio della Politica, alla posizione n° 75.
 
 
Questo riconoscimento non è un punto di arrivo ma di partenza per Yvan, che nel frattempo ha cominciato a percorrere la strada della Terza Rivoluzione Industriale, partecipando al MasterGem (Green Economy Management), e venendo eletto vice presidente del CETRI-TIRES, con lo specifico compito di realizzare progetti faro per debellare rapporti di lavoro basati sullo sfruttamento e sullo schiavismo attraverso la modernizzazione energetica dell'agricoltura e la piena valorizzazione dei prodotti alimentari locali attraverso la creazione di filiere di trasformazione ad alto valore aggiunto. 
 
A Yvan i complimenti di tutto il CETRI e del suo Presidente Angelo Consoli!