L’Europa richiama formalmente l’Italia per la non adozione delle normative sull’efficienza energetica negli edifici

 
L'Italia è stata sanzionata con un richiamo formale dalla Commissione Europea per la non applicazione delle norme previste nella direttiva europea per l'efficienza energetica negli edifici.
 
In particolare l'Italia non ha adottato gli standard minimi per l'efficienza energetica di edifici nuovi e vecchi, non ha messo in essere i sistemi ispettivi e di controllo per impianti di riscaldamento e raffrescamento e rischia di essere deferita alla Corte Europea di Giustizia.
 
Il governo italiano continua a dimostrarsi attento ai richiami dell'Europa solo quando gli conviene, quindi non in questo caso, perchè aumentare l'efficienza energetica degli difici vuol dire rstringere il mercato dei monopolii dell'energia, che evidentemente non ci stanno. E evidentemente i suddetti monopolii sanno come farsi ascoltare dal governo e dal Parlamento!