Apre il Salone del Gusto 2010 a Torino!

 

21/10/2010

Torino

 

Carlo Petrini, presidente di Slow Food International, e membro del comitato scientifico del CETRI, ha aperto questa mattina al Lingotto di Torino l'ottava edizione del "Salone del Gusto".

 

Alla presenza del Commissario Europeo all'Agricoltura Dacian Ciolos, del ministro all'agricoltura del governo italiano Giancarlo Galan, del sindaco di Torino, Sergio Chiamparino e del Presidente della Regione Piemonte, Roberto Cota, Carlo Petrini ha sfidato le banche ad avere fiducia nei giovani che fanno la coraggiosa scelta di rimanere sulla terra, con dignità e con tenacia, nonostante politiche commerciali di rapina e filiere intermediarie corsare che penalizzano il produttore e la comunità del cibo che gira intorno alla sua comunità.

 

Petrini ha ricordato che i pastori sardi che hanno inscenato la protesta disperata recentemente assurta agli onori delle cronache, hanno le loro ragioni.

 

Infatti il loro latte, un prodotto di altissima qualità che rende possibile produrre uno dei formaggi più famosi e buoni del mondo, viene pagato la metà di quanto veniva pagato nel 2000. Questo rende antieconomico per i pastori sardi continuare a lavorare e li porta alla disperazione, perché a rischio non c'è soltanto il loro magro e incerto reddito ma anche la loro dignità umana e la cultura di cui loro sono al tempo stesso espressione e custodi. Com'è possibile che mentre tutto aumenta, il prezzo del latte (e di molti altri prodotti agricoli) diminuisce? È perché questi prodotti sono oggetto di una vergognosa speculazione, una indecente operazione di dumping da parte delle multinazionali della trasformazione del latte, risponde Petrini, che comprano il latte in Romania, a prezzi bassissimi, privando in un sol colpo i produttori rumeni della possibilità di produrre del buon formaggio locale da vendere a un più alto valore aggiunto sul mercato locale e internazionale, e i pastori sardi del prezzo equo per il loro prodotto. Il fenomeno della speculazione sul prezzo della terra e dei suoi prodotti, ha continuato Petrini colpisce anche la buona terra sulla quale è più profittevole installare pannelli fotovoltaici che coltivare i buoni prodotti della terra.

 

"I pannelli fotovoltaici metteteveli sui vostri bruttissimi capannoni con cui avete devastato i nostri territori periurbani e non sulla buona terra che deve produrre cibo per il sostentamento dell'uomo. Il fotovoltaico è importante nel nuovo scenario energetico" ha poi concluso Carlo Petrini "ma non si mangia!"

 

Il salone del gusto si svolge fino a lunedì 25 ottobre.

 

Oggi alle 14:30 si inaugura anche Terra Madre in cui il CETRI, rappresentato dal proprio presidente, Angelo Consoli è presente in varie iniziative fra cui il Workshop A.G.E. (African Garden Energy) per la realizzazione di impianti pilota di energia sostenibile in Marocco e Kenya  per il grande programma 1000 orti in Africa.